Il Giornale dell\ ilgiornaledellarchitettura.comwww.allemandi.com

Mostre


CONDIVIDI Condividi su Facebook

Secondo World Architecture Festival a Barcellona

Vince a sorpresa l’architettura impegnata

Su 630 progetti da 67 paesi, la giuria presieduta da Rafael Viñoly ha laureato il sudafricano Peter Rich

WAF: Esterno del Mapungubwe Interpretation Centre realizzato in Sudafrica da Peter Rich

Barcellona. È tornato, come previsto, a occupare gli spazi del Forum il World Architecture Festival, tenutosi nella capitale catalana dal 4 al 6 novembre. La formula è rimasta invariata rispetto all’esperimento della prima edizione: tre giorni di seminari e presentazioni di progetti selezionati da tutto il mondo, suddivisi per categorie ed esposti davanti a una giuria e al pubblico,  per l’elezione del World Building of the Year 2009. L’affluenza, quantificata dagli organizzatori in circa 1.500 presenze, non si è attestata sulle cifre sperate (l’anno scorso furono 2.000 e la previsione era in crescendo), forse per via della crisi che investe il settore. Sta di fatto che questo festival silenzioso si riconferma un’iniziativa a uso esclusivo degli architetti, una conversazione sull’architettura tra addetti ai lavori, sostenuta da un’efficientissima base organizzativa e da una serie di sponsor. Se il marchio Barcellona continua a «vendere» tra gli architetti di tutto il mondo, confermando la città come location ideale ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Francesca Comotti, da Il Giornale dell'Architettura numero 79, dicembre 2009


  • WAF: Emergency Terminal a Zagabria (Croazia), Produkcija 004 Architects
  • WAF: Centro di Riabilitazione infantile (Messico), Sordo Madaleno Arquitectos
  • WAF: Pearl Academy of Fashion a Jaipur (India), Morphogenesis Architects

Ricerca


VARIANTE 200 La Torino che cambia

Scarica il documento integrale (con testi in italiano e inglese) relativo al Masterplan Variante 200: un grande progetto di trasformazione urbana - messo a punto da un team internazionale guidato da Recchi Engineering - che interessa 900.000 mq di aree nella parte nord della città da riqualificare nei prossimi 15 anni




Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - via Mancini 8, 10131 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012