Il Giornale dell\ ilgiornaledellarchitettura.comwww.allemandi.com

professioni


CONDIVIDI Condividi su Facebook

Francia: Borel da Grand Prix

Frédéric Borel

Una giuria presieduta dal ministro della Cultura francese Frédéric Mitterrand ha assegnato il Gran premio nazionale di architettura a Frédéric Borel (51 anni). Dopo aver laureato personaggi del calibro di Vasconi, Ciriani, Nouvel, Hauvette, de Portzamparc, Perrault e Fuksas, questo premio prestigioso, istituito nel 1975 e oggi biennale, celebra ancora una volta una personalità che ha saputo distinguersi per l’insieme delle sue opere. Vero plasmatore di forme nel senso nobile del termine, Borel è uno di quegli architetti riservati che rimangono fedeli alla propria opera fino in fondo nonostante le difficoltà. Diplomato presso la parigina Ecole spéciale d’architecture nel 1982, premiato con l’«Album de la jeune architecture» e vincitore della borsa di studio «Villa Médicis Hors les murs», Borel apre il suo studio a Parigi nel 1983. È qui che realizza, per grandi committenti pubblici, quattro progetti di abitazioni scultoree acclamate dalla critica che conferiscono alla capitale un’impronta distintiva (rue Ramponneau, 1989; boulevard de Belleville, 1989; rue Oberkampf, 1993; rue Pelleport, 1999, nella foto).
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Christine Desmoulins, da Il Giornale dell'Architettura numero 94, maggio 2011


  • Casa in rue Pelleport (1999)

Ricerca


VARIANTE 200 La Torino che cambia

Scarica il documento integrale (con testi in italiano e inglese) relativo al Masterplan Variante 200: un grande progetto di trasformazione urbana - messo a punto da un team internazionale guidato da Recchi Engineering - che interessa 900.000 mq di aree nella parte nord della città da riqualificare nei prossimi 15 anni




Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - via Mancini 8, 10131 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012